giovedì 14 febbraio 2013

ONE BILLION RISING

V-DAY'S FLASHMOB 
PIAZZA DELL'UNITÀ DI ITALIA
TRIESTE 

Un miliardo d'anime che attraverso il mondo intero unite in un unico coro, grideranno "BASTA!" Le violenze sulle donne e sulle bambine devono finire!"

Un miliardo di donne violate è un'atrocità.
Un miliardo di donne che ballano..
È UNA RIVOLUZIONE!!


Giornate che verranno ricordate nella Storia: significative decisioni hanno lasciato spazio e ritmo anche ad una "Rivoluzione creativa" attivata all'unisono da milioni di persone nelle città, capitali e centri minori, in tutto il Mondo, da Nuova Delhi a Kabul a Roma in cui il dress code, dedicato all'iniziativa, le ha sfumate di rosso e nero.

Femminilità, danza, sensibilità, energia, luoghi della vita quotidiana e creatività hanno caratterizzato il primo flashmob planetario dedicato ad affermare il diritto alla vita e alla dignità delle donne, anche in un Paese come l'Italia dove nel 2012 ne sono state uccise 124 per mano maschile.

L'invito liberatorio a ballare, al ritmo di "Break the chain", in strade, piazze e in qualsiasi luogo fosse possibile accogliere l'incontenibile coreografia ha coinvolto 189 Paesi, 70 città in Italia, 13.000 organizzazioni femminili e milioni di donne e uomini che hanno partecipato, coinvolgendo anche nomi noti: dal Dalai Lama alla pacifista Vaedana Shiva, da Yoko Ono a Robert Redford, da Charlize Theron ad Anne Hathaway.

In Italia una delle versioni più suggestive della performance si è svolta a Trieste in Piazza Unità d'Italia, luogo affacciato sul mare fra i più affascinanti in Europa.
Un San Valentino caratterizzato non solo da amore, ma anche da tanta passione e sinergia fra uomini, donne e anche bambini, uniti da un unico obiettivo che ha travolto di un'energia incontenibile chi si è trovato nei pressi della Piazza durante l'esibizione.

Trieste per una sera ha rappresentato un nodo fondamentale di una rete globale che ha permesso di diffondere a gran voce "Strike, Dance, Rise".
L'onda di sensibilizzazione partita proprio nella giornata che più esalta l'amore, ora si diffonderà nelle restanti giornate dell'anno grazie al vostro aiuto fondamentale
 "One Billion Rising" everywhere, everytime!!!

Per meglio comprendere la grande passione messa per organizzare tutte le fasi della performance pubblico i commenti postati dalle stesse organizzatrici, Lara Guglielmi (coordinatrice evento) e Anna Pisano (web editor&community manager), direttamente dalle loro personali bacheche Facebook nei momenti successivi all'iniziativa.

Lara Guglielmi:
" Non ho parole.. Non ci sono parole... I brividi fuori e dentro di me... Grazie perchè ci siamo fatti sentire.. La Piazza Unità.. È stata un'enorme vagina che ha accolto il nostro BASTA.
Grazie.. Anna Pisano.. Tea Teuz... Barbra.. Celina.. Zita Fusco.. Gioia.. Francesca.. Alessia e La sua speciale Mamma..Daniel.. La Banda Berimbau con le sue splendide vagine tamburanti.. Bruno D'Orlando.. Tatjana.. Tania.. Tea.. Arianna.. Arianna Starace... Alen.. Giuliana.. Tuttiiiiii..
È stata dura..Ma sono felice!!!
Un inchino a te.. Eve Ensler  "

Anna Pisano:
"Questo San Valentino lo ricorderò per sempre! Ho realizzato il mio primo flashmob con una nuova ma preziosa amica/pechinese Lara (Piazza Unità ha gridato VAGINA!!!) e le voglio dire GRAZIE per tutto quello che abbiamo passato per dire BASTA alle violenze sulle donne.
Grazie a tutti coloro che hanno collaborato con noi per la preparazione frettolosa.
Grazie ai vecchi amici e alle nuove conoscenze, che si sono offerti a intrattenere la piazza"

I pareri a caldo di coloro che hanno partecipato a questo grande evento:
"Grazie a Lara, Anna e a tutti per la bellissima serata! Grazie di cuore! Mi sono divertita a distribuire magliette!!!"
"Grazie Lara per tutto il tuo impegno e per avere portato in Piazza "I monologhi della vagina" di Eve Ensler... E' stata una bella festa!"
"Flash Mob in piazza Unità - One Billion Rising ..Brava... Era bellissimo!!!"
"Brava Lara... Davvero belle vibrazioni. "
"Lara, sei un generatore di energia... Ecosostenibile!!!"

Posted by Marta Pesamosca

Link di riferimento: 
Thks to: X PRODUCTIONS Trieste

PHOTOGARELLERY:
by Giuliana Milos, Irene Porto