lunedì 30 settembre 2013

"EMOZIONALMENTE" >> TRIESTE NEXT 2013

Rendere "emozionale" un mix composto da sperimentazione, scienza, sviluppo, tecnologia e ricerca attraverso l'entusiasmo e la curiosità di bambini e ragazzi, è stato possibile.

Bambini durante un esperimento

"Sai cos'è la "sabbia magica?" 
Così è iniziata la mia visita al Salone Europeo della Ricerca Scientifica.
Ho avuto il privilegio di averne una dettagliata descrizione dalla preparazione di due bimbi sotto la supervisione e l'assistenza del personale presente ad una delle postazioni "laboratorio" allestite all'interno dei padiglioni in Piazza Unità.


Dopo la spiegazione mi sono resa conto che l'elemento preso in esame può rappresentare un'utilissima metafora per spiegare il ruolo fondamentale e delicato che bambini e ragazzi ricoprono nella società in questo particolare momento socio-economico.

La "sabbia magica", collocata anche nella categoria giocattoli, è a base di sabbia mescolata con del composto idrofobico. La presenza di questo composto fa in modo che i granelli di sabbia aderiscano l'un l'altro e formino cilindri (per minimizzare la superficie) in presenza di acqua. Non appena la sabbia è fuori dell'acqua, si presenta completamente asciutta.
Il ruolo di quella che viene definita "sabbia magica" è stata originariamente sviluppata per intercettare le fuoriuscite di petrolio nell'oceano, vicino alla riva. Questo può essere ottenuto spruzzando la sabbia magica sul petrolio galleggiante; essa si sarebbe poi mescolata con il petrolio e lo avrebbe reso abbastanza pesante da affondare. Tuttavia, a causa del costo di produzione, non viene utilizzato per questo scopo. Essa può essere utilizzato anche come mezzo di aerazione per piante in vaso. In ogni caso ci sono aziende che hanno notevolmente abbassato i costi di produzione (anche 5 volte) applicando la sabbia idrofobica non solo per la prevenzione di disastri naturali quali fuoriuscite di petrolio o simili, ma anche per la salvaguardia di un bene preziosissimo quale l'acqua, infatti nelle applicazioni legate al giardinaggio o creazione di impianti sportivi, riqualificazioni di aree verdi, etc. Si può' ottenere così un risparmio di acqua dal 70/80%.

I granelli della sabbia da spiaggia che vengono utilizzati come base dell'elemento analizzato possono essere paragonati a bimbi e a ragazzi, il composto idrofobo, e quindi "impermebilizzante", con cui vengono rivestiti ad uno a uno invece può essere associato al ruolo fondamentale che rivestono curiosità ed entusiasmo a quell'età e le condizioni "nell'acqua" e "fuori dall'acqua" rappresentano le condizioni critiche in cui quotidianamente i più giovani si trovano ad affrontare.
Pertanto stimolare in loro curiosità ed entusiasmo, ad esempio attraverso iniziative come Next, darà loro la possibilità di rinforzare le capacità individuali, senza "contaminarle", con cui affrontare la realtà in modo sempre più analitico ed approfondito; rendendoli così capaci di reagire nel modo più opportuno. Più informazioni avranno in pugno più saranno in grado di confrontarsi con le condizioni "al contorno" che incontreranno.

Locandina evento

Maggiori informazioni relative all'evento:

>> TRIESTE NEXT 2013  - Salone Europeo della Ricerca Scientifica (27-29 settembre 2013) è promosso dal Comune di Trieste, dall’Università di Trieste e da Nordesteuropa Editore in collaborazione con tutti gli enti di ricerca e di alta formazione del territorio. 

Ingresso al Salone in Piazza Unità a Trieste

Trieste è nota in tutto il mondo per il suo patrimonio d’eccellenza legato alla scienza e alla ricerca
Città che ha i “numeri” da capitale internazionale in questi settori: 2 università, più di 30 istituti di ricerca, un’altissima percentuale di ricercatori (oltre 35 ogni 1.000 occupati contro una media europea di poco meno di 6). Una vocazione riconosciuta nel mondo, da valorizzare nella candidatura di Venezia Nordest Capitale Europea della Cultura 2019. Grazie anche alla posizione strategica al centro dell’Euroregione e “frontiera” tra vecchia e nuova Europa, Trieste punta a diventare un polo di eccellenza globale, in un rapporto sempre più stretto con le imprese.

Ingresso al Salone in Piazza Unità a Trieste

Trieste è una città di confine, la più mitteleuropea tra le città italiane. E questa è la sua particolarità e il suo punto di forza. È un luogo strategico di incontro tra il patrimonio scientifico dell’intero Nordest e il ricco tessuto produttivo dei Paesi della Nuova Europa e dei Balcani, proiettato nello stesso tempo verso il resto del mondo dove il suo nome è già associato a una “Città della Scienza”.
Il trasferimento tecnologico è un fattore chiave per la competitività delle imprese. Senza ricerca e innovazione non c’è crescita e non c’è sviluppo economico

Ingresso al Salone in Piazza Unità a Trieste

Trieste Next vuole rafforzare e promuovere il rapporto tra mondo accademico e mondo produttivo, diventando l’appuntamento dove i ricercatori presentano progetti e scoperte e dove gli imprenditori vanno a cercare le soluzioni più adatte alle loro esigenze gestionali. Una “vetrina dell’innovazione” e della ricerca applicata a tutti i livelli e in tutti i settori.
La manifestazione si è posto come obiettivo quello di celebrare l’eccellenza del territorio triestino nell’ambito della ricerca scientifica, puntando a favorire il dibattito sui temi chiave dello ricerca e dello sviluppo. 
L'iniziativa ha assunto le caratteristiche di un “laboratorio” dove trovano spazio ricerca applicata, nuove tecnologie e soluzioni pratiche per accrescere il benessere delle comunità e la competitività delle aziende. 
Convegni, lectio magistralis e momenti di spettacolo con relatori illustri per raccontare la scienza e viverla come una grande opportunità.

In continuità con le linee di discussione dello scorso anno Trieste Next si lega a Expo 2015 e al progetto di candidatura Venezia/Nordest Capitale Europea della Cultura nel 2019
Il focus scelto per la 2^ edizione di Trieste Next – Salone Europeo della Ricerca Scientifica è Water WISE, in cui wise è anche acronimo per: Ricchezza (Wealth), Informazione (Information), Sostenibilità (Sustainability) e Ambiente (Environment).

Stand progetto standard Hydrokarst 
(Italia-Slovenia).
L'acquifero del Carso quale risorsa idrica 
strategica trasfrontaliera.

Stand Slow Tourism 
(Italia-Slovenia).
Valorizzazione e promozione di itinerari turistici slow 
tra Italia e Slovenia.
www.slow-tourism.net
www.dsu.units.it

Stand Slow Tourism 
(Italia-Slovenia).
Valorizzazione e promozione di itinerari turistici slow 
tra Italia e Slovenia.

Stand progetto
"Diagnostica dell'acqua. 
Dove si nasconde l'elettronica".
A cura del dipartimento di 
Ingegneria e Architettura.

Stand progetto
"Diagnostica dell'acqua. 
Dove si nasconde l'elettronica".
A cura del dipartimento di 
Ingegneria e Architettura.

Stand progetto
"Allevamenti sperimentali di
spugne officinali".
A cura del Dipartimento di
Scienze della Vita.

Bambini durante un esperimento

Stand "Alla scoperta della biodiversità" - 
Un progetto per le scuole.
Progetto SiiT:
Esploriamo la Flora il nuovo
portale per le scuole:
SISSI, il sistema per la segnalazione
delle piante invasive:
Il nuovo "Cercarose" - 2000 rose 
dal Roseto di San Giovanni:

Stand progetto
"Alieni tra noi. 111 piante e animali invasivi
nella nostra Regione".
A cura dei progetti BioDiNet e Rarity, Dipartimento
di Scienze della Vita, in collaborazione
con Ente Tutela Pesca del
Friuli Venezia Giulia.

Stand progetto
"Eradicazione del gambero rosso della 
Lousiana e protezione dei gamberi di fiume del
Fiuli Venenzia Giulia".

Bambini durante un esperimento

Stand dell Università di Trieste

Stand "Mis-Mas"

Le "Mis-Mas" sono borse realizzate riciclando i banner in PVC con cui l’Università degli studi di Trieste si presenta in occasione di fiere e manifestazioni espositive.
Nascono dalla collaborazione tra i servizi per la comunicazione e la divulgazione scientifica dell’Università di Trieste e Lister sartoria sociale, entrambi insediati nel Parco di San Giovanni, nel comune intento di recuperare materiali destinati al macero, reinventandoli in oggetti utili e creativi.
Oggetti e capi dismessi (jeans, ombrelli, maglioni, etc.) vengono destrutturati e ricomposti, incrociando sperimentazione e tecniche tradizionali. Quello che in triestino si definisce un "mismas", un miscuglio, un assemblaggio... Come le borse realizzate da Lister e Università: colorate, imprevedibili, sorprendenti.
Per chi si fosse perso le borse Mis-Mas durante il Salone....
I banner dell' Università degli studi di Trieste, utilizzati in questa edizione di Notte dei Ricercatori e Trieste Next, appena smontati sono già alla Lister sartoria sociale per diventare nuove borse. 
Lister interpreta i manufatti in relazione all’habitat urbano, ripercorrendo le memorie, rielaborando codici, stili e materiali

Iniziative correlate:

"Emozionalmente"... 
In breve anche altre iniziative correlate a >> TRIESTE NEXT 2013:

- SOCIETA DEI CONCERTI: Musica, Fotografia e Creatività a Next 2013.

Teaser "Società dei Concerti" Trieste Next 2013

"Vuoi essere tu il volto della campagna pubblicitaria?": 
è una delle iniziative più creative e originali  proposte durante il Salone, ideata dalla pubblicitaria Paola Russo in collaborazione con la web editor Anna Pisano. All'interno di uno dei padiglioni di Piazza Unità è stato predisposto uno shooting fotografico, con a disposizione una truccatrice professionista che ha preparato "modelle" e "modelli" presenti agli scatti col fotografo Demis Albertacci, attraverso il quale la Società dei Concerti, con la presenza del suo direttore artistico Giovanni Baldini, ha scelto di promuovere il nuovo tesseramento dedicato agli under 35 relativo al cartellone della stagione 2013/14 al Politeama Rossetti di Trieste.

Cartellone della stagione 2013/14 al 
Politeama Rossetti di Trieste

Nata nel 1932, la Società dei Concerti di Trieste ha regalato al pubblico più di ottanta stagioni di grande musica. Si rinnova, con l'appuntamento serale del lunedì al Politeama Rossetti, una tradizione di grande musica e di grandi interpreti.
In tre quarti di secolo di attività, la Società dei Concerti ha ospitato direttori del calibro di Victor de Sabata e Herbert von Karajan, pianisti quali Alfred Cortot, Arthur Rubinstein, Wilhelm Backhaus, Walter Gieseking, Claudio Arrau, Edwin Fischer, Arturo Benedetti Michelangeli, Vladimir Horowitz e tanti altri.
Ancora oggi la Società continua a diffondere il culto della musica classica e la promuove attraverso prolusioni, progetti dedicati ai più giovani, e corsi di storia della musica. 

- Z04 - Centro Iniziative Culturali e Art Projects Associations: Arte, Moda e Ambiente a Next 2013.

Installazione "Reperti"

Installazione "Reperti"

Installazione "Reperti"

Installazione "Reperti"

Installazione "Reperti"

"Reperti: un'installazione dal mare/Fish Watching".
Primavera 2013: i sommozzatori di "Trieste Sommersa Diving" recuperano dal fondale del Canale di Poterosso una serie di oggetti lì abbandonati da anni.
Z04 e Art Projects li ritirano, li bonificano e li conservano immaginando un'istallazione che abbia uan valenza artistica di documentazione, provocazione e riflessione da contestualizzare nell'edizione 2013 di TRIESTE NEXT.
Nasce "Reperti", che interpreta il tema dell'acqua come elemento di trasparenza per eccellenza, protagonista duale della vita e della morte, come quella nascente dalla casualità. Oggetti morti che possono rinascere a nuova vita o diventare attori per un richiamo alla collettività sul proprio territorio. Una sedia offre al fruitore la possibilità per una sosta di riflessione, sull'ambiente in cui viviamo, sui comportamenti collettivi  e su quelli individuali. Reperti è assemblata tramite un intervento di fiber art che nella declinazione cromatica visualizza il valore della trasformazione frutto del riciclo, indicandoci una via possibile per umanizzare il nostro rapporto con l'ambiente, la vita, la società.
Artisti: Giuliana Balbi, Patrizia Bigarella, Raffaella Busdon, Qing Yue, Franco Rosso.
Reperti è stata presentata con l'accompagnamento di "Fish Watching", una performance-sfilata ideata da Qing Yue, dove dieci giovani hanno sfilato indossando abiti creati, riciclati e dipinti dell'artista stessa, assegnando al ritmo, alla creatività e ai colori, la funzione di proporre un'ulteriore visione della preziosità dell'acqua e del mare, beni primari troppo spesso sprecati e deturpati.

 Sfilata dall'ingresso della Galleria Tergesteo

Sfilata dall'ingresso della Galleria Tergesteo

L'artista Qing Yue fra le modelle

Sfilata davanti al Teatro Verdi

Scorcio del Teatro Verdi 
dalla Galleria Tergesteo

PROGRAMMA COMPLETO >> NEXT TRIESTE 2013

Oltre alle 2 università (Università degli Studi di Trieste e Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati – SISSA), in città ci sono più di 30 Istituti che si occupano di ricerca e innovazione, nei campi più diversi: 
Consorzio per il Centro di Biomedicina Molecolare (CBM), CNR - IC Istituto di Cristallografia, CNR - IOM Istituto Officina dei Materiali, CNR - IOM u.o.s. Democritos, CNR ISMAR - Istituto di Scienze Marine, CNR - ISM Istituto di Struttura della Materia, Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico Onlus, Collegio Universitario per le Scienze “Luciano Fonda”, Conservatorio Statale di Musica “Giuseppe Tartini”, Consorzio per l’Alta Ricerca Navale (RINAVE), Consorzio per l’Area di Ricerca Scientifica e tecnologica (Area Science Park), Consorzio per l’incremento degli studi e delle ricerche dei Dipartimenti di Fisica dell’Università di Trieste, Centro Radioelettrico Sperimentale “Guglielmo Marconi” (CReSM), Centro Studi Fegato - Fondazione Italiana Fegato Onlus (CSF), Ente Autonomo International School of Trieste, Fondazione Carlo e Dirce Callerio Onlus, Fondazione Internazionale per il Progresso e la Libertà delle Scienze, Fondazione Italiana Fegato Onlus (F.I.F.), International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology (ICGEB), Osservatorio Astronomico di Trieste (INAF), Istituto Nazionale di Alta Matematica Francesco Severi - Sezione di Trieste (INdAM), Istituto Nazionale di Fisica Nucleare - Sezione di Trieste (INFN), International Centre for Science and High Technology (ICS-UNIDO), IRCCS Burlo Garofolo, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS), Laboratorio Nazionale del Consorzio Interuniversitario per le Biotecnologie (LNCIB), Science Centre Immaginario Scientifico, Sincrotone Trieste S.C.p.A., The Academy of Sciences for the Developing World (TWAS), WWF Italia - Riserva Naturale Marina di Miramare.

>> TRIESTE NEXT 2013 E' STATO PROMOSSO DA:
Comune di Trieste
Università di Trieste
Nordesteuropa Editore

Copromotori:
Area Science Park
Camera di Commercio di Trieste
Provincia di Trieste
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Sissa - Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati

Con la collaborazione di:
Autorità Portuale di Trieste
Barcolana
Fondazione Teatro Verdi di Trieste
Last Minute Market 
Un anno contro lo spreco

E con la partecipazione di:
Associazione Chamber Music – Trieste
Associazione Italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia, sezione Trieste
Associazione Trieste Sommersa Diving
Editoriale Scienza
ICTP The Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics
INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica Osservatorio Astronomico di Trieste
INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Trieste
Istituto nazionale di Oceanografica e di Geofisica Sperimentale - OGS

Siti correlati:
Trieste Next 2013, condividiamolo!
- www.triestenext.it
- www.facebook.com/triestenext

Sete di cultura?
Per caffè, aperitivi scientifici, mostre, eventi culturali resta in contatto con l'Università di Trieste.
- www.units.it
- www.facebook.com/universitatrieste


Posted by Marta Pesamosca