giovedì 20 giugno 2013

MIARTFASHION_PRIMA EDIZIONE_MILANO

FARE MODA IN MODO ETICO CON LE MANI E CON IL CUORE.


21-23 giugno
spazio Bossi Clerici
via Bossi 3.

Parlare di moda italiana a chi viene dall’estero significa raccontare parte della nostra storia. Parlare di moda artigiana, di slow fashion, significa invitare gli stranieri a farne parte. Portando l’esclusività delle nostre collezioni e delle nostre lavorazioni, il nostro design e i nostri tessuti; una parte del racconto che ci vede protagonisti si trasferisce fuori dai nostri confini. Ma non tutti i capitoli di questa storia possono essere raccontati nello stesso modo . Le produzioni limited edition, sono parte di un racconto che può essere ascoltato da pochi.


Perché MiArtFashion? In italiano Arte e Artigiano hanno la stessa radice, ma non lo stesso significato. In entrambi i casi, tuttavia, riflettono il “saper farecon le mani e con il cuore.
Al MiArtFashion gli artigiani saranno i testimoni della moda italiana declinata secondo la filosofia del Triple Bottom Line; People, Planet e Profit sono infatti la misura del successo del modello organizzativo aziendale delle imprese italiane, per definizione piccole e allo stesso tempo anima di una storia millenaria che continuiamo a voler esportare.
Questi tre elementi non sono distinti tra di loro, al contrario dipendono l’uno dall’altro e nel momento in cui raggiungono il massimo livello di equilibrio, allora il grado di successo raggiungerà il gradino più alto della scala.
Analizzando questi tre elementi, per People si intendono le persone,il rispetto dei singoli esseri umani, l’attenzione alla qualità dell’esistenza, fattori da cui deve partire qualsiasi ragionamento e iniziativa; per Planet il pianeta, il teatro della nostra esistenza e se non prendiamo in considerazione i suoi bisogni miniamo la base stessa della nostra esistenza; ultimo elemento, ma non meno importante, è il Profit, il  profitto,cioè ciò che in una determinata misura ci permette di soddisfare i bisogni primari legati alla sopravvivenza. Il profitto, però, da solo non basta, senza prendere in considerazione sia le persone che il pianeta.
Durante la fiera, i diversi workshop in programma, tratteranno argomenti legati alla filosofia TBL e le esposizioni, ma anche gli espositori stessi saranno la prova tangibile e la dimostrazione vivente di questa filosofia, di questo modo di pensare, vivere, comportarsi e anche di lavorare e produrre che negli ultimi anni ci tocca sempre più da vicino.

Da noi consigliato:

WORKSHOP:
JUNE 21st 2013 at 6 pm

IL VANTAGGIO COMPETITIVO DELLO SLOW FASHION” / “THE COMPETITIVE EDGE OF SLOW FASHION
Guests:     
- Cristina Tajani, Assessore alle politiche per il Lavoro,Sviluppo Economico, Università e Ricerca del Comune di Milano
- Francesca Romana Rinaldi, Docente MAFED SDA Bocconi,  Il futuro della moda: integrare etica ed estetica nella filiera
- Piero Iacomoni, Fondatore Monnalisa S.p.A,  La trasparenza di filiera: il caso Monnalisa
- Federica Vacca, Docente Dipartimento di Design, Politecnico di Milano, Design sul filo della tradizione
- Giusy Bettoni, Fondatrice C.L.A.S.S. – Slow Fashion e Innovazione tessile
- Modera: Luca Testoni, di EticaNews


ENGLISH:
Talking about Italian fashion with foreigners, it also means telling them a little about our Italian culture and heritage. Talking about handcrafted fashion and Slowfashion means inviting them to take part to it.  We bring the exclusivity of our collections, our design and our textiles; a little part of our story goes even beyond italian borders. But not the whole story can be narrated in the same way. Just few people can listen to limited edition productions. That’s why at MiArtFashion we will talk about how to make fashion in a ethical way, using hands and heart.
June 21-23 , Spazio Bossi Clerici, Via Bossi, 3, Milan.
Why MiArtFashion? In italian, Art and Artisan have the same root, but not the same meaning. In both cases, however, they reflect “the italian know-how” with hands and heart.
At MiArtFashion, the artisans will be the witnesses of Italian fashion following the philosophy of Triple Bottom Line: People, Planet and Profit describe the success of a company structure management adopted even by Italian businesses , which, at the same time are both small and also soul of a thousand year-old history we want to keep exporting worldwide.
These three elements are not separated one from another; instead they depend on each other and when they reach the highest level of balance, then the success will be at the top of the ladder.
Analyzing these three elements, if we talk about respect of every human being, way of living and quality care we talk about People (and from here is where all kinds of reasoning start); Planet is where we live, so we must take into consideration its needs otherwise we endanger our lives; Profit, which represents what we use to satisfy our primary needs bound to survival. Profit, though, is not separated from People and Planet.
During the fair, our workshops will be handling with topics about the TBL philosophy and the whole exhibition together with the exhibitors will be the tangible clue of this philosophy, of this way to think, live, behave, work and produce, which since few years has involved us in.

Link di riferimento:
miartfashion.com